Liberi Comuni – Liberi di decidere

Tutti aspettano una rivoluzione confidando che siano altri a farla. Ma le rivoluzioni, quelle fatte con le armi, le lasciamo a chi vuole sostituire i tiranni di oggi con i tiranni di domani, cioè loro stessi. Puoi liberarti dei tiranni, senza sparare un colpo, aderendo ora ai LIBERI COMUNI.

Qui non ci sono tessere e non devi pagare nulla, non si distribuiscono poltrone, non si promettono pensioni, lavoro, autostrade, ponti sullo stretto, assegni e bonus. Nulla di nulla. Se sono quelle le cose che vai cercando, allora i LIBERI COMUNI non sono il posto giusto per te. Continua pure a seguire coloro che, a sinistra e a destra, da settanta anni ti hanno promesso di tutto per consegnarti il niente che hai adesso. Se vuoi rimanere schiavo, sussidiato, sempre in attesa che qualcuno provveda a te e alla tua famiglia, continua a fare quello che hai sempre fatto. Vota, paga le tasse, continua a fare il cittadino modello e ogni mattina ascolta i mantra dei tuoi beniamini di partito e di sindacato, e i moniti che arrivano dall’amato Colle.

Se invece vuoi liberare i nostri Comuni dagli occupanti sappi allora che non è più tempo di chiacchiere e neppure più tempo per attendere: “un viaggio di mille miglia comincia sempre con il primo passo“. Fallo oggi quel passo, domani potrebbe essere non più possibile. Sarai in compagnia di uomini e donne che si mettono in cammino con un sogno che può diventare realtà: la LIBERTA’. In questa marcia di avvicinamento alla libertà ti bolleranno come “utopista sognatore”. Invece utopisti sognatori sono coloro che pensano di veder risolti i loro problemi dai vecchi e nuovi politicanti, che si ostinano a votare, pagare e ossequiare mentre infilano loro le mani in tasca.

I libertari dei LIBERI COMUNI seguono la logica, non la fantasia. Hanno alle spalle una solida teoria economica, quella della “Scuola Austriaca di Economia”, che consente loro di dimostrare la concretezza di ciò in cui credono: nell’individuo e nei princìpi fondamentali che ne salvaguardano la proprietà privata e la libertà. Ritengono possibile un nuovo modo dello stare insieme che possa conciliare la libertà individuale con la condivisione di beni di uso comune e con la solidarietà verso il prossimo senza che i frutti del loro lavoro scompaiano nelle mani porose dello Stato.

Unisciti a noi. Aderisci ai LIBERI COMUNI!